Apple e Samsung accettano di eliminare le schede SIM

carte sim

È risaputo che Apple e Samsung hanno una relazione di amore-odio. Da un lato, Apple accusa Samsung di aver plagiato i suoi prodotti, ma dall'altro sono anche il suo produttore preferito per molti dei suoi componenti iPhone. Comunque, c'è qualcosa su cui sono d'accordo e questa è l'idea Le carte SIM hanno i giorni numerati.

La scheda SIM esiste da molto tempo. Ricordo che all'inizio dovevi mettere l'intera scheda nei telefoni, cosa impensabile al giorno d'oggi. Poi è stata fustellata la parte che oggi conosciamo come mini-SIM, si è ridotta di dimensioni con l'arrivo dell'iPhone originale nel 2007 dando vita alla micro-SIM e si è ristretta nuovamente con l'arrivo dell'iPhone 5 alla nano-SIM . Il passo successivo è la tua scomparsa.

Apple e Samsung stanno già parlando con GSMA (l'associazione GSM) per iniziare includere schede SIM elettroniche nei loro dispositivi in ​​modo che inizino a comparire all'inizio del 2016, según Financial Times. Gli ESIM sarebbero inaccessibili agli utenti e Non è stato possibile sostituirli, ma potremmo cambiare l'operatore ogni volta che vogliamo.

Gli ESIM sono tutti vantaggi: da un lato, ci sarà più spazio all'interno del dispositivo per aggiungere un componente o rendere un altro componente leggermente più grande. Per altro, non dovremmo aspettare che ci venga inviata una nuova carta nel caso smettesse di funzionare (non si rompono) o cambiamo operatore. Sarebbe stato tutto più veloce e più comodo.

Ci sono già diversi operatori in tutto il mondo interessati come AT&T, Deutche Telekom, Etisalat, Hutchison Whampoa, Orange, Telefónica e Vodafone. Con queste aziende viene coperta gran parte del territorio mondiale, quindi, inizialmente, non dovremmo avere problemi quando le eSIM arrivano nei nostri paesi.

Apple ha già mosso i primi passi con SIM SIM, ma è qualcosa che penso, alla lunga, dovrà scomparire come il resto delle SIM. Ad ogni modo, ho sempre pensato che la Apple SIM fosse una mossa per forzare la scomparsa della scheda SIM convenzionale.

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

5 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   iPep suddetto

    Penso che ti sei confuso con SIM, Micro-SIM e Nano-SIM.
    saluti

    1.    Carlo J. suddetto

      L'hai detto bene, la SIM così com'è, è l'intera carta delle dimensioni di una carta di credito, che ha il chip su uno dei suoi lati. Poi è arrivata la MiniSIM, che è la scheda più comune che abbiamo avuto nei telefoni cellulari nell'ultimo decennio (la più grande SIM in uso oggi).

      Poi abbiamo il MicroSIM, che è quello utilizzato dalla maggior parte degli smartphone oggi, e il NanoSIM, che è quello utilizzato dagli iPhone dal quinto, e qualche altro modello come il Lumia 5, che è la SIM più piccola fino ad oggi.

  2.   David suddetto

    Esatto, ma la micro sim è arrivata anche all'iPhone 4, l'iPhone originale, il 3G e il 3GS usavano il normale

  3.   Manel suddetto

    Includendo una sim elettronica renderà anche difficile usare i telefoni cellulari rubati, giusto?

  4.   Ariete suddetto

    E per quanto riguarda la tecnologia CDMA, sembra che stiamo tornando alle "origini" perché smettere di usare i chip ci fa tornare a una variante del CDMA (suppongo più moderna), presumibilmente l'idea di utilizzare un chip era la portabilità e ora si scopre che non è sempre più il chip.