Apple paga ad Amazon più di 300 milioni di dollari all'anno per i servizi iCloud

Apple Amazon

Occasionalmente Abbiamo già accennato agli accordi che Apple e Amazon stanno stipulando, un rapporto che a poco a poco sta diventando più solido e costante, e questo ha proprio una ragione d'essere. Come ben sai, Amazon è molto più di un negozio online, una delle sue attività principali oggi è l'archiviazione online di dati e contenuti.

È così che Amazon è diventato ora il fornitore di servizi cloud per tutti i prodotti dell'azienda di Cupertino relativi a iCloud. Si conoscono dati più precisi sull'attività di Apple con Amazon, ovvero che l'azienda di mele paga 30 milioni di dollari al mese per l'archiviazione nel cloud.

Articolo correlato:
Se il futuro passa attraverso i "pieghevoli", Samsung non è all'avanguardia

I servizi online sono oggi una delle principali fonti di guadagno per Apple, tanto è vero che, come per un buon numero di cose che fa Apple, non può offrirlo da solo e sceglie di affidarlo ad altre società. In questo caso, dovresti sapere che tutto ciò che ha la minima relazione con iCloud passerà attraverso i server di Amazon, che sono ciò che Apple utilizza per archiviare i tuoi dati e i propri contenuti disponibili online come Apple Music.

Bisogna chiarire che, sebbene 30 milioni di dollari al mese possano sembrare pochi, bisogna tenere conto che non sono meno di 360 milioni di dollari all'anno, circa 322 milioni di euro al cambio attuale. Una notevole quantità di denaro che colloca Apple come principale pagatore in questo tipo di servizi, davanti a Pinterest o Lyft. Comunque sia, questo importo aumenterà costantemente con l'arrivo di Apple TV +, Apple Arcade e Apple News +, servizi che richiederanno contenuti iCloud e che indubbiamente avranno un forte impatto sul carico dei server.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   amonraz suddetto

    Nel titolo menziona 300 milioni all'anno, più avanti nella scrittura menziona che 30 milioni all'anno