Apple smette di firmare iOS 14.7

14.7.1

I ragazzi di Cupertino hanno rilasciato iOS 14.7.1 la scorsa settimana, una versione che con ogni probabilità sarà l'ultimo aggiornamento a ricevere iOS 14. Con il rilascio di iOS 14.7.1, la versione precedente aveva i giorni contati. Detto fatto, Apple ha smesso di firmare iOS 14.7, una versione che risolto il consumo eccessivo della batteria di iOS 14.6 e questo è stato ripetuto con iOS 14.7.1.

iOS 14.7.1 è stato un aggiornamento minore che ha risolto diverse vulnerabilità di sicurezza. Inoltre, ha anche corretto il Errore di sblocco di Apple Watch per utenti iPhone con Touch ID. Questo aggiornamento presumibilmente corregge l'exploit zero-day utilizzato dallo spyware Pegasus della NSO.

E dico presumibilmente perché Apple non ha fatto alcun commento al riguardo. La cosa peggiore del software Pegasus è che se la vulnerabilità zero-day disponibile in iOS 14.7 è stata effettivamente corretta, inizieranno a usa un'altra vulnerabilità dello stesso tipo che hai precedentemente acquistato dagli esperti di sicurezza che li rilevano e che vedono molto più redditizio venderli a questo tipo di società che alla società stessa.

Il problema con le vulnerabilità zero-day è che si trovano nel sistema operativo dalla prima versione e di cui i creatori non sono a conoscenza. Non conoscendone l'esistenza, non possono ripararlo in alcun modo fino a quando non scoprono come è stato sfruttato.

L'iPhone non è sicuro come dice Apple

Dopo aver rilevato l'uso che l'azienda NSO ha fatto di Pegasus su qualsiasi dispositivo mobile, iPhone compreso, vediamo come Apple può giustificare alle autorità che il giardino recintato dell'App Store implica una sicurezza per l'utente che assolutamente nessuno può saltare.

Comunque sia, se vuoi che il tuo smartphone rimanga al sicuro, la cosa migliore che puoi fare è aggiornamento all'ultima versione disponibile in ogni momento.

Se sei un politico, giornalista, attivista o hai un'attività che gestisce informazioni sui rischi, la cosa migliore che puoi fare è utilizzare Signal, anche se se teniamo conto che Pegasus potrebbe accedere a tutti i contenuti sul dispositivoLo stesso è anche assolutamente inutile e l'unica opzione che ci rimane sarà quella di tornare al metodo tradizionale delle lettere o, in mancanza, al fax se le informazioni che si vogliono condividere sono urgenti.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.