Apple vuole avere contenuti Vox su Apple News

Novità apple

Abbiamo avuto una settimana di notizie tranquille in Apple, tramite comunicati stampa, ma lunedì inizierà un'altra settimana di novità, questa volta sì, con una presentazione dal vivo (che possiamo vedere in streaming).

In questa presentazione di lunedì 25 marzo, Non vediamo l'ora che Apple ci presenti il ​​suo nuovo servizio di video on demand, forse chiamato “Apple Video”, ma siamo anche in attesa di aggiornamenti su Apple News. e il suo eventuale servizio di abbonamento.

Apple News, a differenza di Apple Video - che avrebbe contenuti originali - è un aggregatore di notizie curato ed è possibile che questo questo lunedì lancia un servizio di abbonamento mensile per avere accesso a riviste e giornali Gratuito e pagato tramite questo abbonamento mensile.

Molti giornali, come il Wall Street Journal, sembrano aver accettato i termini di servizio di Apple. e vedono un business in esso. Anche se altri, come il New York Times, sembra che non abbiano deciso di aderire al progetto Apple.

Articolo correlato:
Il Wall Street Journal sembra aver raggiunto un accordo per essere disponibile su Apple News

Bene, solo due giorni dalla realizzazione, Sembra che ci siano state conversazioni tra Apple e il gruppo Vox Media (Vox, The Verge, SBNATION, Polygon, ecc.) Per collaborare in questa avventura dell'abbonamento a Apple News.

Le voci, che apprendiamo da Bloomberg, parlano proprio di questo solo la pubblicazione Vox sarebbe inclusa nel servizio di Apple News (Dopo tutto, è l'attuale pagina delle notizie di Vox Media). Mentre altre pubblicazioni, come The Verge, non lo sarebbero, almeno all'inizio.

È una mossa rara, beh le pubblicazioni del gruppo Vox Media sono gratuite e chiunque può accedere a tutti gli articoli sui rispettivi siti web. Sembra che l'accordo sarebbe quello di offrire gli articoli all'interno di Apple News e quindi espandere le opzioni di guadagno di Vox Media, invece di pubblicizzare i suoi siti web.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

4 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Mori suddetto

    Il Vox confonde, la verità

    1.    Nacho Aragones suddetto

      Vox è una pubblicazione di notizie di proprietà di Vox Media (società che pubblica anche The Verge, ecc.). Ho letto di nuovo l'articolo e penso sia chiaro, cosa ti confonde?

      1.    Miguel Hernández suddetto

        Ebbene, in Spagna nemmeno il tato sa che VOX è quello, e non il partito politico.

        Ciò che non significa che l'articolo non confonda, perché questo è un sito web di tecnologia, non un opuscolo giornalistico politico. Quindi penso che tutto sia corretto, giusto?

        1.    Mori suddetto

          È esattamente quello che volevo dire. Nello specifico parlava del titolo del post (avrei dovuto metterlo nel commento, davvero), poi ho già visto a cosa si riferiva, ma la prima cosa a cui ho pensato è stato il partito politico, poi i dizionari Vox , pensando che non lo fosse. Aveva molto senso per il gioco, anche se nemmeno il dizionario sembrava molto popolare.