Apple vuole caricare i suoi iPhone per induzione senza aggiungere hardware aggiuntivo

brevetto-caricamento-induzione

Qualcosa di molto richiesto tra gli utenti, e che non condivido perché riduce la mobilità, è la possibilità di caricare un iPhone senza cavi, che consentirebbe di appoggiare il telefono su una superficie e potrebbe iniziare a caricarsi senza dover collegare il Lightning cavo. La buona notizia per te è che Apple ci sta lavorando come mostrato un brevetto descrivere un sistema che lo consentirebbe caricare un iPhone per induzione senza aggiungere hardware, un sistema che, in teoria e da quanto si legge nel brevetto, sarebbe compatibile con i modelli che saranno in vendita questa mattina in Spagna.

Il brevetto, denominato «trasferimento di energia induttiva mediante dispositivi acustici o tattili“Descrive un comune sistema di ricarica a due bobine in cui una bobina del trasmettitore trasmette l'alimentazione a una bobina del ricevitore collegata alla batteria dell'iPhone. Il trasferimento di energia sarebbe tramite altoparlanti, microfoni o taptic engine che è già presente su iPhone 6s e iPhone 6s Plus.

Nel brevetto, Apple descrive anche come la corrente può essere applicata alle bobine a frequenze diverse per evitare azioni involontarie. Ad esempio, nel caso dell'altoparlante, le diverse frequenze potrebbero essere utilizzate per evitare che la membrana interna si muova e riproduca un suono non richiesto.

Come diciamo sempre, che qualcosa sia stato brevettato non significa che ciò che è descritto nel brevetto sia usato esattamente come lo vediamo in esso, ma serve per sapere in quale direzione sta indagando un'azienda. A mio avviso, Apple condivide la mia sensazione che la ricarica induttiva attualmente utilizzata dalla concorrenza non aggiunga nulla di reale all'uso di un dispositivo oltre a non dover collegare il cavo e ridurre la mobilità. Penso che un'azienda come Apple dovrebbe puntare su una ricarica wireless che ci consenta di utilizzare l'iPhone nello stesso modo in cui possiamo farlo con un cavo connesso, che non è altro che averlo in mano in modo naturale. Anche se penso anche che Tim Cook e compagnia finiranno per arrendersi e lanceranno un sistema di ricarica a induzione come quello che possiamo già vedere nel Galaxy S6, ad esempio.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

8 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   ๔ ค ภ Ŧ ภ ๔z (@DanFndz) suddetto

    Anche con l'inconveniente di averlo fermo e di non poterlo utilizzare, sarebbe un enorme miglioramento! Non dover acquistare cavi di ricarica ogni due mesi, perché i cavi Apple sono assurdi, si dice molto poco. Una qualità deplorevole ea prezzi che andiamo ...

  2.   GM suddetto

    Che sciocchezze dicono alcuni !! Cos'è che un carico a induzione toglie mobilità? Devi davvero leggere tutto ciò che ti fa impazzire. Quel che è un peccato è che ormai non hanno ancora implementato la ricarica induttiva come la concorrenza.

    1.    Paolo Aparicio suddetto

      Ciao GM. Mi ribadisco: toglie mobilità. Puoi continuare a usarlo mentre sei sdraiato a letto se lo carichi per induzione? Ora mi dirai che usi il cavo per quello, a cui rispondo che c'è da trovare un altro modo per caricarlo che non mi costringa a lasciare il cellulare in piedi su una superficie, continuare a caricare e non serve un cavo.

      L'elettricità può viaggiare nell'aria. Devi farlo bene https://m.youtube.com/watch?v=Zif-Y8L8y_w

      Saluti.

  3.   TECHNOCUBO suddetto

    Un sacco di fantascienza hanno visto alcuni ...

    Quindi, che sia l'altoparlante, il microfono (che tra l'altro non è induttivo nell'iPhone ma elettrete o condensatore), o il Taptic Engine, si riconfigurano nella loro connessione alla scheda madre e si collegano alla batteria per caricarsi e poi ricollegarsi nuovamente per svolgere la loro funzione di trasduttore? D'altra parte, qualcuno si è mai fermato a pensare alle dimensioni necessarie e alla sezione del filo di una bobina, in modo che una carica di induzione generi abbastanza milliampere per caricare la batteria in un tempo ragionevole?

    E infine, lasciamo Tesla al suo posto, nessuno, ripeto NESSUNO è riuscito a effettuare una ricarica wireless senza contatto o prossimità, a causa della necessità di un forte campo magnetico alternato o anche peggio della ionizzazione coinvolta ... o vogliamo per sconfiggere la scienza, friggere chiunque si metta tra il cellulare e il caricabatterie?

    Per favore, meno fantascienza ... 🙂

    1.    Paolo Aparicio suddetto

      Fantascienza? Riconosci questa immagine? http://www.entretantomagazine.com/wp-content/uploads/2013/01/img_8643.jpg

      Cosa ti direbbero allora se dicessi loro che diversi decenni dopo abbiamo in tasca cose molto più potenti? Inoltre, quella macchina è stata considerata qualcosa di impossibile quando è stata creata.

      Non sto dicendo che viene creato un campo di 50 metri, ma che ha un margine sufficiente per non dover scegliere tra la ricarica e l'utilizzo del telefono a mano.

  4.   TECHNOCUBO suddetto

    E ora stai portando Turing in primo piano per me? hahahaha davvero Pablo, né tu né io vedremo una carica della batteria remota si spera! hahaha 😉

    1.    Paolo Aparicio suddetto

      Ebbene, MagMIMO non la pensa allo stesso modo ... http://www.extremetech.com/electronics/190926-magmimo-mits-new-long-range-wireless-charging-tech-that-works-like-wifi

      Modifico il mio commento. Cadrò dall'asino e guarderò un po 'di più il presente: perché non fare un molo che possiamo sostenere verticalmente e che carichi per induzione?

      Quello che non voglio è lasciarlo su una superficie, ma se la superficie ci permette di prendere il cellulare, il mio discorso cambia già. Se la superficie è una specie di muro verticale, non molto grande, che possiamo prendere e in alto possiamo usarlo come un pontile (dovrebbe essere leggermente diagonale e con uno stop almeno in basso), lo penso è la soluzione migliore e applicabile d'ora in poi (iPhone 7, ovviamente).

  5.   Albin suddetto

    L'ideale per me sarebbe avere in casa, negli uffici, nelle biblioteche e negli spazi comuni una specie di router, che funzioni esattamente allo stesso modo. Quando un utente desidera caricare la propria apparecchiatura, esegue semplicemente la scansione del proprio ambiente e si aggiunge a una rete che in questo caso si chiamerebbe ricarica wifi o powerWi e avvia immediatamente la ricarica. Diavolo, sarebbe fantastico, se avessi una preparazione tecnica potrei lavorare con ingegneri e programmatori per raggiungerla. Chi non vorrebbe acquistare un router di ricarica tramite wifi e credo sia possibile perché Nicolas Tesla aveva un progetto per trasmettere energia elettrica senza cavi. Indaga per vedere.