Facebook si rifiuta di collaborare con Apple nella sua lotta contro Epic Games

Che il rapporto tra Facebook e Apple non sia buono, non è un segreto. Le misure che Apple ha implementato in iOS 14 non fanno bene al vuoto di dati che è Facebook. Come risultato di questo pessimo rapporto, quando Apple ha bisogno della collaborazione di Facebook per affrontare Epic Games, Si è imbattuto in un muro.

Apple ha ripetutamente richiesto a Facebook un numero limitato di documenti necessari per il processo di Epic Games in cui Vivek Sharma, dirigente di Facebook, è stato citato in giudizio come testimone da Epic, che parlerà delle restrizioni di Apple sulla distribuzione delle app, il processo di App Store ...

Apparentemente ci sono più di 17.000 documenti relativi a Vivek Sharma che Apple considera rilevante nel caso. Facebook si rifiuta di fornirlo, affermando che si tratta di una richiesta "ingiusta, ingiusta e ingiustificata". Ad oggi, Facebook ha già fornito ad Apple più di 1.600 documenti, di cui 200 relativi a Sharma, ma da Apple assicurano che sono sufficienti.

Apple afferma che Facebook ha ignorato le richieste utilizzando tattiche di ritardo dallo scorso dicembre. Vedendo il rifiuto di Facebook di collaborare, ha accettato di non richiedere ulteriori documenti se nessun dirigente di Facebook ha testimoniatoMa citando Sharma come testimone di Epic, Apple richiede nuovamente i documenti.

Prima di questo cambio di rotta, Apple ha chiesto al tribunale di ordinare a Facebook di farlo ottemperare alla richiesta di documenti in modo che la società "abbia una giusta opportunità di interrogare il testimone del processo". Facebook afferma di non poter essere costretto a "rivedere decine di migliaia di documenti in più perché Apple vuole trovare un materiale aggiuntivo teorico per interrogarli".

Il giudice è d'accordo con Facebook

La Corte ha negato la richiesta di Apple di forzare Facebook presentare documenti aggiuntivi e lo ha descritto come estemporaneo. Tuttavia, il giudice ha affermato che Apple potrebbe presentare una mozione per il licenziamento di Vivek Sharma come testimone.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.