I problemi con il chip 5G di Apple potrebbero non essere tecnici ma legali

5G

Kuo ha spiegato questa settimana che è molto probabile che i futures iPhone 15 del prossimo anno continueranno a montare un modem 5G dell'azienda Qualcomm al posto di uno proprio sviluppato da Apple. Una cosa molto strana, dal momento che Cupertino sviluppa questo chip da anni, e ancor di più da quando Apple ha acquistato la divisione di trasmissione 5G di Intel nel 2019.

E tre anni dopo quell'acquisizione, con più di 2.000 dipendenti, non sono ancora stati in grado di sviluppare un Modem 5G? Molto probabilmente, lo hanno molto avanzato o pronto per la produzione, ma potrebbero non essere in grado di farlo per motivi legali, poiché ci sono due brevetti molto forti e chiari sulla tecnologia 5G di proprietà di Qualcomm, e qui potrebbe risiedere il problema. Questo ora mi si addice meglio.

un paio di giorni fa io stesso spiegato le ultime informazioni dal nostro amico Ming-Chi Kuo. Un Tweet, l'analista coreano ha assicurato che l'iPhone 15 del prossimo anno continuerà a montare un modem Qualcomm 5G, al posto di quello previsto da Apple di propria produzione.

E nel mio articolo ho spiegato che era molto strano, visto che nel 2019 Apple ha acquistato la divisione 5G di Intel per oltre 1.000 milioni di dollari, con l'intenzione di sviluppare un proprio chip 5G per i propri dispositivi, e quindi non dipendere da Qualcomm. È molto strano supporre che questa divisione, con più di 2.000 dipendenti quando fu rilevata da Apple, tre anni dopo non fosse ancora in grado di presentare un modem 5G.

La colpa è di due brevetti

Oggi sono emerse nuove informazioni che potrebbero spiegare ciò che Kuo ha annunciato pochi giorni fa. Sembra che il problema non sia tecnico, ma legale. Forse Apple sì, hai già il tuo chip 5G pronto (o quasi), ma per problemi di brevetto non puoi usarlo. Questo mi starebbe meglio, senza dubbio.

In un'analisi approfondita dei brevetti di Brevetti Foss, c'è la spiegazione del problema. Affinché Apple possa montare il suo chip 5G sui suoi dispositivi, deve invalidare due brevetti molto potenti e chiari sul Trasmissione 5G che sono di proprietà di Qualcomm.

Già qualche tempo fa Apple ha presentato ricorso alla Corte Suprema degli Stati Uniti chiedendo l'annullamento di questi brevetti, ma l'accusa è stata respinta. Così le leggi tutelano il titolare di dette licenze: Qualcomm.

Quindi Apple non ha altra scelta che passare attraverso il tubo e d'accordo con Qualcomm. Se quelli di Cupertino vogliono utilizzare il proprio chip 5G, dovranno raggiungere un'intesa con il produttore del chip e concordare una tariffa per ciascuno dei brevetti. Ecco perché Kuo ha spiegato la continuità dei chip 5G di Qualcomm nei dispositivi Apple. A meno che non raggiungano presto un accordo e la mela morsicata passi attraverso il tubo a forma di lettera Q….


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.