La rete Find di Apple è ora compatibile con accessori di terze parti

Apple ha appena annunciato in un comunicato stampa La nuova rete di ricerca compatibile con accessori di terze partie i primi produttori hanno già annunciato i loro dispositivi compatibili per la prossima settimana.

L'applicazione Ricerca aiuta da anni a recuperare gli iPhone smarriti e poco a poco ha acquisito nuove funzionalità e dispositivi compatibili, ma sempre all'interno dell'ecosistema Apple. Ora con i nuovi accessori di terze parti il ​​potenziale di questa rete di ricerca si moltiplica.

Per più di un decennio, i nostri clienti si sono affidati a Dov'è per localizzare i loro dispositivi Apple smarriti o rubati, il tutto proteggendo la loro privacy. Ora stiamo offrendo le potenti funzionalità di ricerca di Trova il mio, uno dei nostri servizi più popolari, a più persone con il programma di accessori di rete Trova il mio. Siamo lieti di vedere come Belkin, Chipolo e VanMoof stanno utilizzando questa tecnologia e non vediamo l'ora di vedere cosa creano gli altri partner.

Questo nuovo programma per produttori di terze parti farà parte di "Made for iPhone" (MFi). Tutti i prodotti devono essere conformi a ciascuna delle misure di sicurezza di Apple e alle relative condizioni sulla privacy. Questi articoli certificati MFi possono essere aggiunti dalla scheda "Oggetti". e avranno il badge che ne attesta la compatibilità. Questi dispositivi possono utilizzare il chip U1 di Apple, in modo che la posizione all'interno dell'applicazione di ricerca sia più precisa.

Le ultime bici elettriche S3 e X3 di VANMOOF, le cuffie wireless SOUNDFORM Freedom True di Belkin e il cercatore di articoli Chipolo ONE Spot saranno i primi dispositivi a supportare questa nuova rete di ricerca di terze parti. Apple ha confermato che ci saranno nuovi produttori che si uniranno alla rete di ricerca. Questa rete sarà composta da milioni di dispositivi Apple che in modo anonimo e collaborativo aiuteranno a localizzare questi dispositivi compatibili, anche se l'iPhone del design è a chilometri di distanza. La privacy di questo sistema è garantita dalla crittografia end-to-end, in modo che né Apple né il produttore saranno in grado di conoscere la posizione dei dispositivi.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Daniel P. suddetto

    Se la rete di ricerca dipenderà dal Chip U1, comprendo il ritardo di quelli di Cupertino nel lanciare gli Airtag e quindi lascio il tempo alla presenza dei dispositivi (iPhone 11 e 12 con tutte le loro varianti) di poter localizzare il tracker. Alla fine sarà come quello di Samsung ... Non lo vedo molto utile oggi.