La modella Brooks Nader riferisce di essere stata rintracciata con un AirTag

AIRTAG

Brooks Nader, modello costume da bagno di Sports Illustrated, ha pubblicamente denunciato di essere stata seguita senza il suo consenso da un dispositivo di localizzazione, in particolare da un AirTag di Apple.

Sebbene l'azienda abbia apportato modifiche a iOS 14.5 tanto che ciò non è stato possibile, sono già stati segnalati diversi casi su queste pratiche criminali. Nel caso della modella, quando ha notato sul suo iPhone l'avviso di essere seguita, era già a casa. L'inseguitore aveva raggiunto il suo scopo: sapere dove viveva.

Dato che le voci sono iniziate un paio di anni fa sul lancio da parte di Apple di un localizzatore localizzatore integrato nel sistema "Cerca" di iOS, ho visto che poteva trattarsi di un oggetto"pericoloso»Se è stato utilizzato in modo fraudolento.

Per 35 euro, puoi acquistare un AIRTAG, e nascondilo in una tasca o nell'auto della tua vittima e fallo localizzare in modo permanente. Apple ha capito che ciò poteva accadere e ha ritardato il lancio di AirTag fino a quando non ha introdotto a modifica in iOS 14.5 per "evitare" tale tracciamento. Se il tuo cellulare rileva che sei stato vicino a un AirTag che non è tuo per molto tempo, te lo avviserà.

Ma ciò non impedisce che a causa del basso costo del dispositivo, il "tracker" dannoso non cerchi di vedere se è fortunato e la sua vittima non vede l'avviso sul proprio iPhone in tempo. Una volta trovato l'oggetto, la vittima non può sapere di chi si tratta. Questo è quello che è successo al modello qualche giorno fa Brook Nader.

Lo stalker ha raggiunto il suo obiettivo

Nader, modella di costumi da bagno per la rivista Sports Illustrated, ha spiegato qualche giorno fa sul suo account Instagram di essere stata rintracciata per più di cinque ore con un AirTag. Una sera è uscito a bere qualcosa e ad un certo punto uno sconosciuto ha infilato un AirTag nella tasca del cappotto.

Quando Nader ha notato l'avviso emesso dal suo iPhone, indicando che un AirTag sconosciuto la stava localizzando, era troppo tardi. Era già a casa. Per 35 Euro, la spia stalking sapeva già dove vive. Missione compiuta.

Qualche settimana fa abbiamo pubblicato anche il notizie di uno banda di ladri Azienda canadese di auto di lusso che ha utilizzato anche AirTag nascosti all'esterno delle auto scelte per essere rubate, e quindi sapere dove rimangono parcheggiate, per poi essere rubate. Apple deve dare un'altra svolta al suo sistema per evitare tali posizioni criminali.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

2 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   jbreyes suddetto

    Ha ritenuto che Apple stia facendo molto con l'avvertimento che ti stanno rintracciando perché ci sono cose più pericolose come le armi da fuoco che vendono, uccidono e rapinano e che non è colpa dei produttori di armi ma della responsabilità di chi usa

  2.   mkdliring suddetto

    Così facile che invece dell'utente "spiato" che salta la notifica, beh, la stessa cosa, ma in quel momento il dispositivo smette anche di trasmettere al suo proprietario e devono contattare Apple e la polizia se vogliono recuperarlo.