Più di 2.000 stazioni di polizia statunitensi dispongono di strumenti per sbloccare un iPhone

Cellebrite

Tutti sono conosciuti quanto è importante per Apple la privacy delle informazioni dei suoi utenti. Per quanto il governo degli Stati Uniti abbia provato, l'azienda di Cupertino ha sempre rifiutato di collaborare con la polizia per consentirle di sbloccare uno qualsiasi dei suoi dispositivi crittografati da un utente.

Così la polizia non ha altra scelta che cercare di "cavarsela" se vuole indagare sugli iPhone che sequestrano sospettato di aver commesso un reato. Quindi più di 2.000 stazioni di polizia in Nord America hanno dovuto acquistare dispositivi che "hackerano" (o almeno provano) i telefoni Apple. Che sia legale o meno è al di là di me.

Più di 2.000 dipartimenti di polizia degli Stati Uniti dispongono di strumenti specifici per IPhone bloccati "Hack" dal tuo utente, e quindi essere in grado di accedere ai tuoi dati senza il tuo consenso e senza dover dipendere da (non aiutare) Apple.

Secondo a segnalare dell'organizzazione Washington Upturn, almeno lo afferma 2.000 forze dell'ordine Nei 50 stati nordamericani dispongono di strumenti per poter accedere a smartphone bloccati e criptati. Lo studio è stato condotto dopo aver analizzato anni di registri pubblici relativi alle agenzie e alle loro indagini.

Sembra che almeno 49 dei 50 più grandi dipartimenti di polizia degli Stati Uniti abbiano strumenti sufficienti per sbloccare gli smartphone, così come un certo numero di città e contee più piccole. Per le stazioni di polizia che non dispongono di tali apparecchiature, spesso inviano cellulari a laboratori statali o federali che normalmente dispongono di tale tecnologia.

Provano prima GrayKey e, se non ci riescono, si rivolgono a Cellebrite

Uno di questi strumenti comunemente usati dalla polizia è il Tasto grigio di cui abbiamo già parlato a suo tempo. Un po dispositivo in grado di sbloccare iPhone criptato dall'utente. La polizia federale e i dipartimenti di polizia locale acquistano un dispositivo del genere da alcuni anni, pagando decine di migliaia di dollari al suo produttore.

Se quel dispositivo non è in grado di decrittografare un particolare iPhone, invia il cellulare a Cellebrite, una società dedicata allo sblocco di cellulari. Le fatture rivelano che Cellebrite addebita circa $ 2,000 per sblocco del dispositivo. Non molto tempo fa ha venduto un kit di sblocco al dipartimento di polizia di Dallas per $ 150,000.

Ciò che è un mistero è se possono effettivamente sbloccare i dispositivi Apple. Non si sa quali modelli o con quali versioni di iOS. Sicuramente lo fanno sempre più difficile. Se possono, ne dubito.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.