Samsung accetta di pagare 548 milioni di dollari ad Apple per una causa sui brevetti

Apple-samsung-legal-fine

Chiunque legga di tanto in tanto sulla tecnologia saprà che Apple ha portato Samsung in tribunale sostenendo che la società coreana ha violato molti dei suoi brevetti. Sono passati cinque anni da allora Samsung è stato dichiarato colpevole, ma non è stato fino ad oggi che hanno raggiunto un accordo in base al quale i coreani pagherà ad Apple 548 milioni di dollari. Samsung afferma che pagherà l'importo in meno di dieci giorni se Apple invia loro una fattura per tale importo.

Inizialmente, la somma ammontava a 1.000 milioni di dollari, ma 450 di quei milioni sono stati ridotti a 290 milioni per rimanere infine a un importo di 930 milioni di dollari. La Corte d'Appello degli Stati Uniti ha deciso che questa nuova cifra era ancora troppo alta, quindi se non viene raggiunto un accordo, si terrà un nuovo processo l'anno prossimo. L'accordo è stato raggiunto, ma non è definitivo.

Il fatto è che Samsung vuole si riserva il diritto di richiedere un rimborso se viene presentata una qualsiasi constatazione legale che potrebbe influire sulla validità dell'accordo già raggiunto. Dal mio punto di vista non è senza divertimento: quello che chiede l'azienda coreana è, in fondo, di pagare meno di quanto richiesto all'inizio ma, se trovano qualcosa dopo aver effettuato il pagamento, pagano ancora meno. Da parte sua, se Apple accettasse assicurerebbe i 548 milioni di dollari, ma se Samsung non trovasse una nuova arma da utilizzare in questa disputa. Se non accettano, potrebbero ottenere più soldi, ma potrebbero anche perdere se il giudice decide che Samsung dovrebbe pagare meno di 548 milioni.

La verità è che le controversie tra Apple e Samsung sembrano non finire mai. Comunque, voci come una recente che lo assicurano TSMC sarà chi produrrà tutti i processori A10 Ci fanno pensare che questa relazione di amore / odio abbia già perso la sua parte di romanticismo. È possibile che il 2016 sarà l'anno che segnerà definitivamente la rottura tra le due società.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.