Waze ha citato in giudizio per furto di dati sulle loro mappe

Waze ruba i dati dalle tue mappe

Il servizio di mappe di Waze è stato citato in giudizio per un presunto furto dei dati di base che Wade fornisce per le sue mappe. La causa è stata intentata da PhantomAlert presso la Corte Federale di San Francisco, negli Stati Uniti. Secondo i rappresentanti di PhantomAlert, la società Wade utilizza dati proprietari per fornire ai propri utenti l'esperienza di navigazione e, soprattutto, senza il consenso di PhantomAlert o la raccolta delle royalty corrispondenti.

Entrambe le applicazioni hanno un particolare sistema per condividere le informazioni sul traffico tra le altre funzioni, tuttavia, secondo il direttore generale di PhantomAlert, Mr. Joseph Seyoum, queste informazioni sono fornite solo da PhantomAlert e Waze non fa altro che copiarle. Per cacciarli PhantomAlert ha pubblicato una serie di posizioni e dati fittizi che Waze ha trasmesso anche ai suoi utenti e che sono state la possibile prova definitiva di questo furto di informazioni che è caduto così gravemente a San Francisco.

Seoyum ha indicato di aver iniziato a PhantomAlert con l'intenzione di realizzare un sogno come imprenditore e ora questo sogno è stato schiacciato da aziende come Waze che beneficiano degli anni di sangue, sudore e lacrime che PhantomAlert ha investito nel loro prodotto (citazione) . L'avvocato di PhantomAlert lo indica ulteriormente Waze è aumentato di valore in modo esponenziale grazie al furto di dati, per un valore di 1.000 milioni di dollari. Tuttavia, non hanno specificato a quanto ammonta l'importo per il quale chiedono.

Finora da Waze non hanno rilasciato alcuna dichiarazione, anzi Google non si posiziona al riguardo, lo ricordiamo Google ha acquistato Waze due anni fa per l'importo non trascurabile 996 milioni di euro. Google sarebbe un po 'ritratta se si dedicasse a rubare informazioni a un'azienda considerata così piccola al suo fianco.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

5 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Juan Fco Carretero (@ Juan_Fran_88) suddetto

    Hai cambiato due volte il nome dell'applicazione

    1.    andres suddetto

      haha sì, waze, wade, wate, wape ...

    2.    Non lo so suddetto

      Fanno errori grandi come cambiare il nome del prodotto perché i copywriter non sanno nulla, secondo loro dovrebbero essere autorizzati a fare errori perché sono umani. Va bene, nessuno è perfetto ma nessuno è nemmeno così imperfetto, ci sono già molti gravi difetti che ho visto nelle redazioni di questo sito.

  2.   Anti lavori suddetto

    Non essere duro, guarda che Miguel Hernández ha fatto uno sforzo. A tal punto insisto sull'immagine del ladro ... E POSTO I LOGHI DI QUESTE DUE LADRE COMPAGNIE.

  3.   scl suddetto

    In ogni caso, quello che chiedi, penso non abbia alcuna utilità in Spagna. Né è qualcosa di molto interessante chi fa causa a chi, almeno per i cittadini comuni.