Crea il tuo allarme domestico con HomeKit e Aqara

Creare il tuo impianto di allarme è più facile che mai grazie agli accessori HomeKit e Aqara, con i quali puoi farlo progettare un sistema di sicurezza adatto alle tue esigenze, senza canoni mensili e per pochissimi soldi.

Lo scopo della domotica è di semplificare le nostre attività quotidiane a casa e, sebbene abbia la reputazione di essere un "capriccio costoso", la realtà è che può aiutarci a risparmiare un sacco di soldi. Sapevi che puoi creare il tuo sistema di allarme di sicurezza integrato nella tua casa che è completamente compatibile con HomeKit? Bene, è abbastanza semplice e ti costerà anche pochissimi soldi con i dispositivi Aqara che hanno un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Requisiti

Per allestire il tuo impianto di sicurezza con Aqara devi avere, oltre a un centro HomeKit (Apple TV o HomePod) che ti permetta l'accesso da remoto e poter aggiungere dispositivi alla tua rete domotica, un Hub o bridge a cui gli accessori di Aqara. La maggior parte dei dispositivi di questo produttore non si collega direttamente a HomeKit, ma piuttosto tramite quell'Hub. Cosa c'è di più deve soddisfare il requisito per supportare la funzione del sistema di sicurezza HomeKit. Per soddisfare questi due requisiti abbiamo due accessori:

  • Aqara M1S: Hub con altoparlante e luce integrati. Ha un prezzo di € 56 su Amazon (link). Potete vedere la recensione completa su questo link
  • Hub fotocamera Aqara G3: una telecamera con funzionalità avanzate e compatibilità con HomeKit Secure video. Il suo prezzo su Amazon è di € 155 (link). Potete vedere la recensione completa su questo link.

Come centrali Aqara, entrambi i dispositivi sono perfetti e renderanno gli accessori ad essi collegati compatibili anche con HomeKit. Come sistema di allarme, sono diversi. L'Aqara M1S è un altoparlante più potente con una luce più potente. La fotocamera G3 Hub in questi due aspetti è più limitata, ma in compenso è una fotocamera con funzioni molto avanzate con riconoscimento facciale, sensore di movimento, motorizzato... Tutto dipende da cosa ti serve.

Una volta che hai le centrali, non devi fare altro che decidere quali accessori Aqara puoi utilizzare come rilevatori che attiveranno l'allarme se necessario. Sensori di vibrazione, perdita d'acqua, movimento, apertura porte o finestre... Per questa analisi testeremo il sensore di apertura di porte e finestre e il sensore di movimento, due elementi fondamentali in qualsiasi sistema di allarme.

  • Sensore di movimento Aqara su Amazon a 25€ (link)
  • Sensore per porte e finestre Aqara su Amazon a 20€ (link)

 

Configurazione

Per il processo di configurazione degli Hub vi rimando alle recensioni di ciascuno di essi che ho indicato sopra con i relativi link. Una volta configurati, dobbiamo aggiungere gli accessori Aqara che vogliamo utilizzare, il sensore di movimento e il sensore di porte e finestre. Devono essere aggiunti dall'applicazione Aqara e collegati al bridge che abbiamo installato. Una volta aggiunti alla nostra rete Aqara, verranno automaticamente aggiunti a Home e HomeKit, senza dover ripetere il processo di configurazione.

Ora dobbiamo configurare il sistema di allarme, cosa che faremo anche nell'applicazione Aqara. Nella schermata principale lo abbiamo in alto al centro, e Quando si entra per la prima volta, appariranno le quattro modalità di allarme con quattro segni rossi, che indicano che non sono configurati.

  • Guardia 7/24: sempre attiva. Viene utilizzato per sensori che devono essere sempre funzionanti, come il sensore di perdite d'acqua. Non può essere disabilitato.
  • Home Guard: sistema attivato quando siamo in casa. Ad esempio, i sensori che abbiamo in giardino.
  • Away Guard: sistema attivato quando siamo fuori casa.
  • Night Guard: sistema attivato di notte.

Non dobbiamo configurarli tutti, solo quello o quelli che utilizzeremo. In questo esempio configureremo la Away Guard. Cliccandoci sopra compariranno le opzioni di configurazione, tra cui un ritardo di attivazione per darci il tempo di uscire di casa, la sezione in cui dobbiamo scegliere quali sensori dovrebbero funzionare con questa modalità attiva, un ritardo nell'allarme quando viene rilevato qualcosa, in modo che ci permetta di entrare in casa e non suonare immediatamente, e anche il suono che vogliamo che venga emesso. Per maggiori dettagli sulla configurazione, dai un'occhiata al video dove puoi vedere tutto passo dopo passo.

HomeKit

E quando entra in gioco HomeKit in tutto questo? Quindi, anche se finora non abbiamo toccato l'app Home, tutto ciò che abbiamo fatto nell'app Aqara si è riflesso nell'app nativa di Apple per HomeKit e non solo verranno aggiunti i sensori di movimento e porta, ma verrà configurato anche il sistema di allarme e possiamo attivarlo e disattivarlo in tutte le modalità che abbiamo configurato. Tutta la configurazione del sistema di allarme dovrà essere fatta in Aqara, anche le eventuali modifiche che si vogliono aggiungere, ma il controllo di esso può essere fatto interamente da Casa.

Essendo in HomeKit abbiamo tutti i vantaggi della sua integrazione con il sistema, quindi possiamo utilizzare Siri su qualsiasi dispositivo per attivare l'allarme, avremo accesso remoto da qualsiasi luogo, potremo utilizzare automazioni, ecc. Quando l'allarme è attivo e il sensore di movimento rileva qualcosa, oppure apriamo la porta con il sensore di porte e finestre, il la sveglia suonerà emettendo il suono che abbiamo scelto e con una luce rossa lampeggiante. Nel caso in cui non siamo in casa e non sentiamo l'allarme, riceveremo una notifica critica, che suona anche quando è attiva la modalità Non disturbare. Il nostro sistema di allarme domestico sarà già in funzione. E possiamo aggiungere più dispositivi quando vogliamo, senza dover pagare nessun tipo di canone mensile.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.