E dopo il fiasco della mappa, Apple ha iniziato a rilasciare beta pubbliche

Bug di Apple Maps

Ti sei mai chiesto perché Apple ha iniziato a rilasciare beta pubbliche per i suoi sistemi operativi? I problemi tra quelli di Cupertino e Google per la copia di iOS hanno fatto sì che Apple iniziasse a trattare quelli di Mountain View come uno in più. Per fare ciò, hanno dovuto rimuovere due applicazioni che fino a iOS 5 erano state installate di default: YouTube e Google Maps. Il problema era quello mappe di mele non sono partiti su una base molto buona.

Qual è stata la soluzione a quel problema? All'inizio Tim Cook ha dovuto consigliare applicazioni alternative, come Waze, ma hanno anche preso un'altra misura: iniziare a rilasciare beta pubbliche in modo che qualsiasi utente potesse aiutare a migliorare le mappe e il resto del sistema operativo iOS, cosa che Steve Jobs non avrebbe mai permesso. Ciò è stato riconosciuto da Eddy Cue, Senior Vice President of Software and Services, in un colloquio con Fast Company. La prima beta pubblica rilasciata è stata iOS 8.3 all'inizio del 2014.

Se ti piace testare le versioni beta di iOS, ringrazia il fiasco di Apple Maps

Abbiamo apportato modifiche significative all'intero processo di sviluppo di Maps. Per tutti noi che viviamo a Cupertino, le mappe qui erano molto buone, giusto? Quindi il problema non era ovvio per noi. Non siamo mai stati in grado di portarlo a un gran numero di utenti per ricevere quel feedback. Adesso lo facciamo.

Cue afferma che le mappe di Apple sono state testate internamente, ma che i suoi ingegneri non hanno testato in un'area sufficientemente ampia da consentire loro di anticipare errori o perdite di informazioni. Per colmare queste lacune, Apple ha dovuto farlo firmare accordi con altre società, come TomTom. D'altra parte, c'erano pochissime persone che lavoravano al progetto, quando Google ne aveva centinaia su Google Maps e migliaia di specialisti della posizione.

Bisogna riconoscere che da allora ha piovuto molto. Le mappe di Apple sono quasi una garanzia, ma secondo me hanno ancora qualcosa da migliorare: le loro ricerche. Ho testato le loro mappe in zone abbastanza remote e sono affidabili, ma dobbiamo comunque essere precisi quando si effettuano ricerche - ad esempio, a volte bisogna mettere i nomi delle strade nella lingua della zona - per poter trovare un indirizzo. Quando lo ottengono, forse possiamo iniziare a dire che Apple ha messo le sue mappe alla pari con Google Maps. Fino ad allora, quello che possiamo dire è che possiamo installare beta pubbliche in anticipo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Vinyl suddetto

    Che cosa stupida