HomeKit, Matter and Thread: tutto quello che c'è da sapere sulla nuova domotica che arriva

Conosciamo tutti HomeKit, la piattaforma domotica di Apple, ma ci sono molti cambiamenti in arrivo e nuovi nomi che dobbiamo conoscere come Matter e Thread, perché la domotica cambierà e in meglio. Qui ti diciamo tutto e in un linguaggio che capirai perfettamente.

HomeKit, Alexa e Google

Chi di noi ha familiarità con la domotica, anche a un livello molto basso, conosce già le tre principali piattaforme che dominano il mercato. Da un lato, gli utenti Apple hanno HomeKit, che, ovviamente, si integra perfettamente con i dispositivi Apple. HomePod, Apple TV, iPhone, iPad, Mac, Apple Watch... se siamo utenti di prodotti Apple e ne abbiamo la casa piena, HomeKit è senza dubbio la piattaforma che dovremmo scegliere, anche a costo di pagare di più.

Quando acquistiamo un prodotto per la domotica, se utilizziamo HomeKit dobbiamo cercare l'etichetta “Compatibile con HomeKit”, e questo quasi sempre significa pagare di più. Ci sono produttori che funzionano solo con HomeKit, come Eve, altri che non funzionano mai con HomeKit e altri che funzionano con tutte le piattaforme. Ciò presuppone una frammentazione del mercato che non fa bene all'utente e che genera confusione se non si è molto consapevoli dell'argomento.

Ma le cose si complicano, perché oltre alle tre piattaforme principali abbiamo accessori che funzionano con loro ma attraverso specifici "ponti". Puoi acquistare una lampadina che funzioni con Amazon ma per funzionare con HomeKit ha bisogno di un bridge, e anche quel bridge non funziona con altre marche, anche se è per HomeKit, quindi se usi marche diverse alla fine puoi mettere insieme più bridge in casa che alla fine occupano spazio, spine e porte ethernet del tuo router. Ad esempio, ho i bridge di Aqara, Philips e IKEA a casa... matti.

Materia, il nuovo standard che unifica tutto

A risolvere questo arriva Matter, un nuovo standard che è stato adottato da tutte le principali piattaforme domotiche (incredibile ma vero) e che metterà fine a tutti questi problemi. Non devi più cercare nella casella per vedere se è compatibile con HomeKit, Alexa o Google, perché se è compatibile con Matter, puoi usarlo con la piattaforma che desideri. I dispositivi compatibili con la materia si collegheranno utilizzando protocolli diversi, ma ciò che conta per l'utente è che lavoreranno con la piattaforma domotica scelta.

Matter non solo unifica tutto, ma include anche altri miglioramenti come la possibilità che tutto funzioni senza la necessità di una connessione a Internet. I dispositivi saranno collegati tra loro, e collegati a loro volta alla centrale (HomePod o Apple TV nel caso di HomeKit), ma non avranno bisogno di essere connessi a Internet, poiché tutto verrà eseguito localmente. Questo significa meno tempo di risposta, e qualcosa di molto importante, il rispetto della nostra privacy, perché quello che succede nella nostra casa rimane nella nostra casa. Ci saranno funzionalità come gli aggiornamenti del firmware che richiederanno una connessione a Internet, o alcuni dispositivi specifici come le telecamere di sorveglianza che dovranno ovviamente essere connesse a Internet per funzionare.

Thread, il protocollo che cambia tutto

Abbiamo già parlato della piattaforma (HomeKit), dello standard (Matter) e ora parliamo del protocollo (Thread). Il thread è un tipo di protocollo di connessione tra dispositivi, ovvero il modo in cui tutti i dispositivi che abbiamo a casa parleranno tra loro. Questo nuovo protocollo è con noi da tempo, e abbiamo già alcuni dispositivi compatibili con esso, con produttori come Eve e Nanoleaf che li hanno già in venditae dispositivi come HomePod Mini o la nuova Apple TV 4K che sono già supportati.

La cosa più importante di questo nuovo protocollo di connessione è che i dispositivi non saranno tutti collegati direttamente alla nostra unità centrale (HomePod o Apple TV), ma potranno connettersi tra loro e creare una rete di connessione che renderà tutto funziona molto meglio e più velocemente e otterremo una copertura molto più ampia, senza bisogno di ripetitori, perché gli accessori che aggiungiamo alla nostra rete HomeKit fungeranno da ripetitori.

Thread e HomeKit

Senza entrare nei tecnicismi, come intendo in tutto questo articolo, possiamo dire che ci saranno due tipi di dispositivi Thread:

  • Dispositivo a filettatura completa (FTD) che si connettono ad altri dispositivi e consentono ad altri di connettersi ad essi. Sono dispositivi in ​​cui il risparmio energetico non è importante perché sono sempre collegati.
  • Dispositivo di filettatura minima (MTD) che può connettersi ad altri ma nessuno può connettersi a loro. Sono dispositivi che funzionano con batterie o batteria e nei quali è importante risparmiare energia.

Nella tabella sopra, gli FTD sarebbero i tappi e gli MTD sarebbero il termostato, il programmatore di irrigazione e il sensore della finestra aperta. Tenendo conto di questo possiamo creare una rete di dispositivi interconnessi con tutti i vantaggi che questo comporta.

E i miei dispositivi attuali?

Questa è la domanda che molti si pongono prima dell'arrivo della Materia. La risposta, per una volta, è molto gratificante: tranquilli perché continueranno a lavorare senza problemi. Aggiungiamo a tutto ciò che vi ho spiegato un ultimo concetto: Fresatrice per bordi filettati. Questo dispositivo è quello che si occuperà di rendere tutto compatibile e che i tuoi dispositivi Thread compatibili con Matter coesistano perfettamente con i tuoi attuali dispositivi HomeKit. Questo significa che devo acquistare un altro dispositivo? Nella maggior parte dei casi la risposta è no.

HomePod

Se si un HomePod mini o una Apple TV 4K (2a generazione) hai già un Thread Border Router a casa. Esistono altri dispositivi che svolgono anche questo compito, come alcuni pannelli luminosi Nanoleaf e router di marca Nest ed Eero o sistemi MESH. E poco a poco arriveranno altri dispositivi con questa funzionalità. Così i tuoi vecchi dispositivi HomeKit coesisteranno perfettamente con quelli nuovi che acquisti già compatibili con Matter.

Se non hai nulla di tutto questo e se non vuoi acquistare nulla di nuovo puoi comunque utilizzare i tuoi dispositivi HomeKite potrai comunque acquistare accessori ma dovrai comunque assicurarti che siano compatibili con HomeKit, non basta più che siano compatibili con Matter.

Quando arriverà la Materia?

Apple ha annunciato all'ultimo WWDC 2022 che Matter sarebbe arrivato quest'annoQuindi l'attesa non sarà troppo lunga. Una volta disponibile, molti produttori aggiorneranno i propri dispositivi in ​​modo che siano compatibili purché lo supportino e molti prodotti compatibili con Matter sono già disponibili anche se non possono ancora utilizzare tale funzionalità.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.