Il logo Apple, la bella storia e la vera storia

La storia del logo Apple è stata circondata da molte leggende e storie metropolitane, ognuna più originale. Riguarda una delle immagini di marca più conosciute al mondo. Sarà strano che qualcuno non identifichi la mela del tuo iPhone o MacBook, non importa in quale paese ti trovi.

Le sue modifiche sono state molto leggere nel tempo, forse è per questo che il logo della mela arcobaleno è ancora pienamente in vigore nonostante l'azienda lo abbia abbandonato molto tempo fa per un'immagine monocromatica più in linea con le sue attuali linee di design. Ma qual è la storia di questo logo arcobaleno? Ve lo diciamo noi quello che vorremmo fosse reale ma non lo è, perché se lo merita, e ovviamente quella che è la storia autentica del multicolore logo Apple.

La storia più bella, ma falsa

Il logo Apple non è sempre stato quello che tutti conosciamo. Quando la società è stata fondata, lo ha fatto con un'immagine che non corrispondeva affatto alle idee di Steve Jobs. In un tributo a Newton e al suo lavoro su Gravity, Apple ha utilizzato un logo con la famosa immagine dello scienziato sotto un albero di mele. In che modo Newton aveva iniziato le sue idee su Gravity? Perché una mela è caduta sulla sua testa, quindi niente di meglio di quell'immagine per rappresentare la mela di Apple.

Era un logo troppo complicato per Steve Jobs, che voleva subito trovare un sostituto, e apparve il logo della mela morsicata multicolore. È qui che entra in gioco la nostra storia preferita sulla storia del logo Apple un protagonista a pieno titolo di questo onore: Alan Turing. Considerato da molti il ​​precursore dell'informatica moderna, compresa l'intelligenza artificiale, il suo lavoro è stato essenziale per la vittoria contro l'esercito nazista durante la seconda guerra mondiale, nonché per lo sviluppo dell'informatica come lo conosciamo oggi.

Ma tutto questo fu dimenticato dal governo britannico quando nel 1952 fu processato per omosessualità e costretto a ricevere un trattamento di castrazione chimica con ormoni che producevano importanti disturbi fisici, oltre al rifiuto dell'intera società dell'epoca. Solo due anni dopo, nel 1954, morì dopo aver ingerito una mela avvelenata con il cianuro, secondo fonti ufficiali, volontariamente. Questo sfortunato suicidio sarebbe il motivo per cui il logo Apple sarebbe una mela morsicata. Per dare ancora una svolta alla storia, molti aggiungono che le fasce multicolori sono in onore della comunità omosessuale.

La vera storia, niente romanticismo

Il logo Apple, la mela morsicata multicolore, nasce da un'idea di Ron Janoff, designer dell'azienda Regis McKenna nel 1977. Secondo il creatore stesso del logo, Steve Jobs non gli ha detto assolutamente nulla prima di creare il logo, nessuna linea guida da seguire o preconcetti. Essendo Apple il nome dell'azienda sembrava ovvio che una mela potesse essere l'immagine più appropriata per identificare i suoi prodotti. Il problema è che una mela può assomigliare troppo a un altro frutto, e se rendiamo piccola anche una ciliegia, ecco perché ha aggiunto il morso.

Si è parlato molto di quel morso, perché in inglese si dice "bite", molto simile a "byte", motivo per cui molti dicono che Janoff abbia aggiunto quel dettaglio alla mela. Ma questa, secondo lo stesso designer ammette, è stata una semplice coincidenza, non gli è nemmeno passato per la mente. E le fasce multicolori? La spiegazione è molto sempliceL'Apple II è stato il primo personal computer in grado di visualizzare i colori su un monitor, quindi creare un logo multicolore aveva tutto il senso al mondo.

Sicuramente molti di voi hanno già letto questa storia molte volte, ma dopo aver parlato di questo argomento nel GOMMA Granada Ho pensato che fosse un'idea favolosa così chi non conosceva la prima storia, o per chi non conosceva la seconda, conosceva la vera storia del logo Apple e anche della legenda che lo accompagna.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Mali suddetto

    Sono un designer e il fatto che abbia aggiunto il morso per non far sembrare un altro frutto è una scusa molto economica. Dal momento che può ancora sembrare una pesca, un mango, una nettarina o chissà cosa. E la stessa cosa dei colori, niente di semplice, vediamo quali colori e quanti e la mamma. Progettare un'immagine aziendale è uno dei lavori più lunghi e complessi in circolazione. Ci sono 1000 giri e ogni cosa è studiata meticolosamente. Come spiega Janoff, sembra che sia stato fatto in 5 minuti, e per niente. E che Steve Jobs non abbia messo mano in quel logo nessuno ci crede.