L'Irlanda risponde alla Commissione europea: "Apple non ci deve"

sede-della-mela-in-irlanda-cork

L'Irlanda si unirà ad Apple nel fare appello contro la conclusione della Commissione europea dove indicano che Apple deve al paese più di 14 miliardi di dollari di tasse arretrate.

Mercoledì sera il parlamento irlandese ha votato da 93 (favore) a 36 (contro) per presentare ricorso contro la sentenza emessa la scorsa settimana. Il governo è ora concentrato sulla richiesta alla Commissione europea di revocare la sua decisione, che indica che c'è stato un trattamento fiscale "speciale" dall'Irlanda con Apple dal 2003 al 2014.

L'Irlanda potrebbe guadagnare 13 miliardi di euro (14.5 miliardi di dollari) di entrate fiscali con questa sentenza, ma lo dicono funzionari governativi e legislatori imporre questa multa danneggerebbe la reputazione del paese come un buon posto per fare affari.

Dopo un'indagine di due anni, la Commissione europea ha concluso che Apple ha pagato solo 500 euro per milione di euro di profitti nel 2003 e che il tasso è sceso a 50 euro per milione di euro nel 2014.

Apple è una delle multinazionali più importanti che operano in Irlanda, un paese che negli ultimi decenni ha fatto molto per attrarre investimenti diretti esteri. Apple ha circa 6.000 dipendenti nel paese e si è impegnato a non fermare o ridurre i suoi investimenti in seguito alla sentenza della Commissione Europea.

Dopo un dibattito proprio mercoledì scorso, i legislatori hanno votato contro diversi emendamenti che avevano bloccato o ritardato l'appello. La votazione finale si è conclusa alle 10:XNUMX (ora locale), poco dopo che Apple aveva terminato il suo evento, dove l'iPhone 7 è stato lanciato a San Francisco.

I leader irlandesi che hanno fatto pressioni per l'appello hanno affermato che tornare al trattamento fiscale che Apple ha ricevuto negli ultimi anni potrebbe spaventare altri imprenditori stranieri. La decisione della Commissione Europea si basa su regole che all'epoca non esistevano nemmenoloro hanno detto.

“L'incertezza spaventa gli investitori e causa ritardi negli investimenti. Perché Apple non ce lo deve ", ha affermato Mary Mitchell O'Connor, Ministro del lavoro, delle imprese e dell'innovazione e membro del Parlamento.

Inoltre, gli oppositori si sono opposti al paese che combatte contro una sentenza che potrebbe aggiungere miliardi alle casse del governo.

La scorsa settimana il CEO di Apple Tim Cook ha affermato che la decisione della Commissione europea è un 'spazzatura politica«, Dicendo che sia Apple che l'Irlanda avevano rispettato le regole.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Carluena suddetto

    Questo spiega molto perché Apple si rifiuta di emettere fatture legali spagnole, solo ricevute.