Scorciatoie Siri o come controllare Spotify con la nostra voce

Siri è sempre stata un passo indietro rispetto agli altri partecipanti e anche con l'introduzione di iOS 12. I pochi miglioramenti presentati durante il WWDC non lo fanno migliorare in modo significativo. Tuttavia, le nuove funzionalità introdotte significano a leggero cambiamento che migliorerà l'esperienza dell'utente.

Sto parlando del Scorciatoie Siri Scorciatoie Siri, piccole azioni personalizzate con comando vocale eseguibili semplicemente parlando con l'assistente virtuale. È un'opzione per te app di terze parti come Spotify può essere controllato dalla nostra voce, poiché fino ad ora non eravamo capaci.

Espandibile ad app di terze parti: scorciatoie Siri

Siri è sempre stata limitato rispetto ad applicazioni di terze parti. Cioè, non siamo stati in grado di riprodurre una canzone su Spotify parlando con l'assistente virtuale. Era qualcosa che molti utenti ci frustravano, ma che Apple voleva mantenere in modo che gli utenti cercassero di utilizzare le applicazioni native, ma a che altro serviva l'App Store? Nel tempo si è aperto ad altre applicazioni come WhatsApp, con cui possiamo inviare un messaggio semplicemente parlando con Siri.

Scorciatoie Siri disponibile in iOS 12 è una novità interessante che può dare molto gioco, non solo ad Apple ma al resto degli sviluppatori. Durante la presentazione del nuovo sistema operativo ci sono stati mostrati alcuni esempi che ci hanno fatto pensare che questa funzione fosse correlata al precedente acquisto di Workflow dalla grande mela.

Siri è ora in grado di associare le tue routine quotidiane ad app di terze parti per suggerire scorciatoie proprio quando ne hai bisogno. Ad esempio, se di solito vai a prendere un caffè mentre vai al lavoro, Siri conserva la canzone e dalla schermata di blocco suggerisce di andare a ordinare il caffè nell'app corrispondente per risparmiare tempo. Puoi anche attivare scorciatoie con la tua voce o crearne una al tuo misurata con la nuova app Shortcuts.

Associando frasi o parole create da noi con una determinata funzione possiamo, tra le altre cose, se Spotify vuole, controllare la riproduzione dei contenuti audiovisivi. Per esempio, Capsula del tempo inizierà la riproduzione di questa playlist. Ovviamente, per il resto dei controlli come passare il brano o alzare o abbassare il volume, dovremo farlo tramite i controlli fisici del terminale, dell'applicazione stessa o del Control Center.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.