Analizziamo i nuovi AirPods: migliorare il difficile da migliorare

Apple ha appena lanciato i suoi nuovi AirPods, che alcuni chiamano AirPods 2, altri AirPods 1.5 e c'è anche chi li chiama AirPods 1S. Tralasciando una questione insignificante come il nome di un prodotto, Questi nuovi AirPods arrivano per continuare un'egemonia in un mercato dove sembrava che spendere 179 € per cuffie Bluetooth fosse solo per pochi.

Nuove specifiche come Bluetooth 5.0 o ricarica wireless (pagando un extra per la nuova scatola compatibile), miglioramenti della latenza, un nuovo chip H1 potente come un iPhone 4 in ogni auricolare e la possibilità di utilizzare "Hey Siri" per richiamare l'assistente Apple senza dover toccare le cuffie sono alcune delle novità di queste fantastiche cuffie wireless che abbiamo testato e di cui vi racconteremo le impressioni di seguito.

Senza molti cambiamenti sulla carta

Sulla carta, le specifiche di questi nuovi AirPod rappresentano un cambiamento relativamente minore rispetto al modello precedente che ha debuttato due anni fa. La caratteristica più pubblicizzata è la ricarica wireless della sua custodia, e per questo dovrai pagare 50 € in più (229 €). C'è anche la possibilità di acquistare una nuova custodia di ricarica wireless e continuare a utilizzare i tuoi AirPods originali, quindi se questa funzione è essenziale per te, puoi iniziare a godertela con molti meno soldi. Ovviamente, tieni presente che poche basi in questo momento sono in grado di ricaricare AirPods senza problemi, solo quelle che hanno una superficie di ricarica ampia, poiché gli AirPods sono molto più piccoli e molte basi non sono in grado di rilevarli.

Nel caso è proprio dove vediamo l'unica modifica che ci permetterà di differenziare il vecchio modello da quello nuovo, visto che Apple ha portato il LED dall'interno verso l'esterno, per sapere quando è in carica e conoscere anche la carica residua . Altrimenti non c'è la minima differenza né nelle cuffie né nella custodia, e questo per molti è un bene. Ho la fortuna che le mie orecchie siano standard, quindi non cadono nemmeno durante lo sport e sono estremamente confortevoli, quindi per me qualsiasi cambiamento sarebbe stato quello di sollevare dubbi su quegli aspetti.

Lo stesso vale per il caso: qualsiasi cambiamento sarebbe stato probabilmente in peggio. Pensavo che con la ricarica wireless sarebbe stato più grande, ma Apple ci sorprende ancora con la sua capacità di minuturizzazione e mantiene esattamente le stesse dimensioni del case. E non troverai cuffie "True-Wireless" con un case più piccolo delle AirPods, e sono quelle con la maggiore autonomia.

Un altro cambiamento importante è poter invocare Siri senza dover toccare due volte una delle cuffie. Non è che ci sia voluto molto lavoro per farlo, ma è più comodo farlo attraverso la voce, soprattutto se, ad esempio, pratichi sport o hai le mani piene di cucina. Il riconoscimento vocale è molto buono e come con l'HomePod, anche in ambienti rumorosi risponde senza problemi e senza bisogno di alzare la voce.

Per quanto riguarda l'autonomia, è troppo presto per poter garantire qualcosa, ma Apple afferma che mantengono la stessa autonomia della generazione precedente, quindi non ci sarà il minimo problema con questo aspetto. Ho provato molte cuffie True-Wireless e nessuna raggiunge l'autonomia degli AirPods, né da soli né con l'aiuto della custodia con batteria integrata, che ti offre fino a 24 ore di autonomia durante l'ascolto della musica.

Continua la magia di Apple

Senza dubbio, è stato ciò che ha fatto innamorare tutti noi che abbiamo acquistato i primi AirPods non appena ce ne siamo andati. Apple ce lo ha mostrato sul palco e potevamo vederlo quando li avevamo già nelle nostre mani. Aprire il coperchio della custodia e farli apparire automaticamente sullo schermo del nostro iPhone pronti per essere configurati è stato magico. E ancora più magico che solo aggiungendoli al nostro iPhone erano pronti per essere utilizzati su qualsiasi dispositivo con il nostro stesso account iCloud. Rimane invariato, e questo è molto buono.

Ma hanno migliorato qualcosa che sembrava difficile da migliorare: il tempo necessario per cambiare i dispositivi. Passare dal mio iPhone al mio iPad è stato semplice, senza dover collegare l'uno e l'altro, senza dover disattivare il Bluetooth ... è stato un enorme progresso rispetto alle cuffie convenzionali, ma una volta che ti sei abituato al bene, vuoi di più . Questo cambiamento è stato lento, a volte troppo lento, un importante punto di miglioramento, e l'hanno fatto. Quando metti gli AirPods sulle orecchie, cercheranno automaticamente l'ultimo dispositivo a cui li hai collegati, ma se vuoi passare a un altro sarà semplice andare alle opzioni di uscita audio nel lettore del tuo iPhone, iPad o nella barra in alto del tuo Mac e scegli AirPods come output.

Inoltre, rimane invariato il fatto che quando si rimuove un auricolare, la riproduzione viene messa in pausa e che quando lo si riposiziona sull'orecchio, riprende. Allo stesso modo non ci sono pulsanti di accensione o spegnimento, Da quando li metti nella loro scatola si spengono e quando li rimuovi si attivano. È ciò che ha trasformato queste piccole cuffie in qualcosa di essenziale nella vita quotidiana di molti, una magia che rimane ed è stata persino migliorata in questi nuovi AirPods.

Un suono più potente e migliorato

Il modo in cui ognuno percepisce il suono è del tutto soggettivo, ma sono d'accordo con chi pensa di essere ascoltato meglio. Si sentono qualcosa di meglio dei precedenti, con un volume più alto e percependo sfumature che con il modello precedente non avevo notato. Molti continueranno a lamentarsi della mancanza di cancellazione del rumore in nessuna delle sue modalità, attive o passive, ma è proprio per questo che mi piacciono. Posso scendere per strada con calma senza isolarmi da ciò che mi circonda, spero che Apple continui a mantenerli così. Per quanto riguarda le chiamate, i miei interlocutori dicono di non notare cambiamenti importanti.

Ci saranno anche quelli che lo diranno il suono può essere migliorato per una cuffia da € 179. Ci sono davvero pochissime cuffie True-wireless che suonano meglio, ad eccezione del B&O E8, che sì, qualcosa di più costoso. Se vuoi solo la qualità del suono, questa è la tua scelta migliore, ma ti perderai tutto il resto offerto dagli AirPods, dalla durata della batteria alla "magia" a un vano batteria più grande. Se con la generazione precedente il prezzo era buono considerando tutte le funzionalità, questi nuovi AirPods 2 costano lo stesso e offrono più funzionalità, quindi sono semplicemente migliori.

Ehi Siri per dimenticare le mani

Hey Siri è arrivato per la prima volta su iPhone 6s senza dover attivare lo schermo del telefono, dopodiché è stato installato su tutti gli iPhone. Poi è arrivato l'HomePod, l'Apple Watch e ora gli AirPods. Ciò che all'inizio sembrava innaturale è ora una routine nella nostra giornata, ed è fantastico che le cuffie Apple lo includano finalmente. Come abbiamo detto prima, il riconoscimento vocale è molto buono anche in ambienti rumorosi, ma c'è un problema: con così tanto dispositivo a volte Siri non sa a chi rivolgersi.

Uso l'HomePod da molto tempo e, nonostante utilizzi Hey Siri ininterrottamente a casa, posso contare sulle dita di una mano quante volte l'HomePod e l'iPhone mi hanno risposto contemporaneamente. Tuttavia con AirPods ciò accade più spesso e è un problema per quelli di noi che usano le cuffie a casa. Spero che il problema venga risolto presto da un aggiornamento e sono sicuro che lo sarà. Per il resto è estremamente comodo utilizzare l'assistente Apple con i tuoi AirPods per indicare quale playlist vuoi utilizzare, o semplicemente per abbassare il volume.

Due anni di vita? Vedremo

Dopo due anni con AirPods, molti di noi hanno visto come la loro batteria sia drasticamente diminuita. In appena un paio di settimane i miei AirPods sono passati da 3 ore di utilizzo senza problemi allo spegnimento dopo mezz'ora. La sua batteria era scarica, un problema comune nei dispositivi con batterie così piccole. La fortuna è che Apple nel mio caso ha risposto come sa fare: ho cambiato scatola e cuffie senza pagare nulla perché è ancora in garanzia di due anni.

Accadrà lo stesso con i nuovi AirPods? Il chip H1 promette una migliore gestione della batteria, quindi dovremo aspettare per vedere come si comportano queste nuove cuffie. Veramente Non ho mai avuto un auricolare Bluetooth che mi sarebbe durato più di due anni prima, sono finiti tutti per morire prima di quel periodo, anche se è vero che nessuno costa 179 euro. È un punto da migliorare di cui dovremo discutere tra due anni da oggi, per ora mi gusterò i miei nuovi AirPods come ho fatto con i precedenti.

Opinione dell'editore

Quando si dispone di un ottimo prodotto è difficile lanciare una nuova versione senza rovinare qualcosa, ma Apple ha saputo riprodurre ciò che dovrebbe e mantenere ciò che ha funzionato bene. Se i primi AirPods sono diventati essenziali per chi li ha acquistati, questa nuova generazione convincerà ancora di più i suoi acquirenti. Suono migliore, funzionalità migliori come latenza inferiore, Hey Siri, stessa autonomia e stesso prezzo. Ovviamente, se desideri la ricarica wireless dovrai pagare un extra. Dopo due anni di utilizzo quotidiano degli AirPods, fino a ieri pensavo che fossero ancora l'opzione migliore per chi cercava cuffie True Wireless di qualità. Oggi l'opzione migliore sono i nuovi AirPods e la buona notizia è che costano lo stesso. Il suo prezzo è di 179 € da Apple, 229 € se vuoi la scatola di ricarica wireless.

Nuovi AirPods
  • Valutazione dell'editore
  • 4.5 stelle
179 a 229
  • 80%

  • Nuovi AirPods
  • Recensione di:
  • Postato su:
  • Ultima modifica:
  • disegno
    Editore: 90%
  • Autonomia
    Editore: 100%
  • Benefici
    Editore: 90%
  • Qualità del prezzo
    Editore: 80%

Vantaggi

  • Bassa latenza e passaggio più veloce tra i dispositivi
  • La migliore autonomia nella sua categoria
  • Suono leggermente migliorato
  • Dimensioni molto compatte

Svantaggi

  • Ricarica wireless più costosa
  • Non tutti i caricabatterie sono compatibili

Galleria


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

3 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   artigiano suddetto

    Ha commentato molto bene Luis. Chiaro e conciso. Mi è piaciuta molto la tua presentazione. Congratulazioni.
    Li ho anche ricevuti con la normale scatola non wireless. Inoltre mi è sembrato che fossero ricche di sfumature, la panoramica è ottima e che il volume sia più che sufficiente.
    L'unico aspetto negativo che posso dare loro è che non si adattano a tutte le orecchie, come la mia, ed è un po 'piccola, quindi si muove verso l'esterno. Non cade, ma perde la qualità del suono, soprattutto nei bassi, quindi devo spingerli un po 'verso l'interno. Ci sono soluzioni che funzionano, come posizionare una skin in silicone su di loro, il problema è che devi rimuoverle prima di mettere gli AirPods nella scatola, altrimenti non si adatteranno.
    Un altro "trucco" è inserire l'auricolare sinistro nell'orecchio destro e viceversa. A causa della forma degli AirPods, si adattano in modo che non si muovano, anche se non sono così estetici poiché sembra che tu abbia un paio di piccole corna rivolte in avanti. Questo trucco può essere utile per chi ha il mio stesso problema e soprattutto per fare un'attività più frenetica e gli AirPods non finiscono a terra o si smarriscono. Certo, non ascolterai la musica come l'ha progettata l'autore cambiando il pan dello stereo, ma a volte può essere un male minore.
    In breve, penso lo stesso di te. Se i primi AirPods erano buoni, questi sono migliori e allo stesso prezzo. Completamente raccomandabile.
    Saluti e grazie per il tuo lavoro.

  2.   Gibran Muñoz suddetto

    Ebbene, io preferisco il Beats Studio Wireless, non importa quanto suoni bene se non ha la cancellazione del rumore non vale la pena pagarne il prezzo, l'unico cambiamento è il "hey siri" e la ricarica wireless (che vendono anche separatamente! ) dovremo aspettare altri 2 o 3 anni. Aumentano il prezzo più dell'innovazione dei loro prodotti.

  3.   Mario suddetto

    Ciao, grazie per la tua analisi, vai avanti. In relazione a un tuo commento, riguardante o meno le basi di ricarica compatibili, vorrei chiederti quali sono le basi ottimali, poiché Apple garantisce che qualsiasi base Qi carha lo sia.

    Ho appena acquistato questi Airpod 2 tre settimane fa e ho già dovuto sostituire la scatola di ricarica wireless fino a tre volte e non funziona nemmeno correttamente. Uso una nuova base Belkin Boost da 10 W, la stessa utilizzata in molti Apple Store. Il punto è che questa base si adatta perfettamente all'iPhone X ma non lo fa con la scatola di ricarica wireless degli Airpods 2. I controlli sono stati effettuati anche in Apple e alla fine, come ultima risorsa, dopo aver cambiato la scatola fino a tre volte Si è deciso di cambiare anche gli Airpods 2. Il telefono è stato ripristinato per vedere se il problema era con il Widget che mostrava le informazioni sulla carica della batteria, è stato anche controllato con un nuovo telefono dallo stesso Apple Store per verificare quel punto anche con un altro cellulare diverso dal mio ... niente.

    Bene, quando scrivo questo ho già richiesto un'altra riparazione nella barra Genius perché il dispositivo (scatola e Airpods) ancora non si carica bene (né nella mia base né nella loro). Inoltre, senza essere collegati a nessun dispositivo, si scaricano a poco a poco. Ho esaminato varie recensioni e cercato informazioni e non ho trovato molte informazioni. Non possiamo certo scoprire dove sia il problema.