Vuoi sapere quanti minuti hai ascoltato Spotify quest'anno?

Le Natale Si avvicinano e con loro arrivano gli aggiornamenti delle app, il lancio di promozioni… ma la cosa più attesa è quello che già sappiamo da altri anni. Non è raro che le nostre applicazioni preferite vengano aggiornate offrendo interessanti novità come "regalo". Tuttavia, anche se sembra strano, le cose più piccole sono ciò che, a volte, ci emoziona di più.

Questo è il caso riepilogo annuale di Spotify. È già una tradizione che il servizio di musica in streaming apra una piattaforma a Natale dove possiamo analizzare il nostro anno sulla piattaforma. Grazie a lei possiamo sapere qual è il nostro Artisti preferiti, il nostro genere più ascoltato e, soprattutto, il tempo che abbiamo dedicato all'ascolto della musica nel servizio.

Spotify Wrapped: il riepilogo annuale di ciò che hai sentito

Questo articolo è per quegli utenti che hanno ho ascoltato musica su Spotify durante tutto l'anno. C'è un modo per sapere quali sono tutte le canzoni riprodotte su Apple Music di cui parleremo presto in iPhone News. Tuttavia, oggi ci concentreremo sull'aggiornamento della piattaforma tradizionale del principale servizio di streaming musicale: «Il tuo 2018 in sintesi».

Per accedere alla piattaforma è sufficiente accedere al file seguente link. Una volta lì, accediamo al nostro account Spotify in modo che i dati vengano trasferiti e possano essere analizzati. Ci vorranno pochi secondi ma presto le prime informazioni su il nostro ascolto annuale su Spotify.

Grazie all'analisi potremo sapere quanti minuti abbiamo impiegato ad ascoltare musica nel servizio musicale, quali sono i nostri cantanti preferiti, le canzoni più ascoltate e i generi che abbiamo riprodotto di più quest'anno 2018. Inoltre , il riassunto ci offre curiosità come la prima canzone che abbiamo ascoltato nel 2018, la cantante più anziana che abbiamo mai ascoltato. D'altra parte, ci aggiungono anche alle nostre playlist due playlist create automaticamente dal servizio: le prime 100 canzoni che abbiamo ascoltato di più e il "lato B", una playlist in cui questa è musica che potrebbe piacerci e che non abbiamo mai sentito. Tutto questo grazie alla lettura dei dati estratti dall'utilizzo di Spotify nell'ultimo anno.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Giulio de la Torre suddetto

    Ciao, buongiorno, commenti che qualcosa di simile può essere fatto in Apple Music, potresti fornire informazioni su come farlo, grazie