L'Apple Watch rileva un'ischemia coronarica che non hanno visto in ospedale

 

Nonostante lo scetticismo iniziale le prove dimostrare l'utilità dell'Apple Watch per la diagnosi delle malattie cardiachee nel caso che vi diciamo oggi, potrebbe aver prevenuto un infarto miocardico e forse salvato una vita.

Il caso è stato pubblicato sulla rivista European Heart Journal, della Società Europea di Cardiologia, e ci racconta come una donna di 80 anni Le è stata diagnosticata l'angina pectoris e curata per questa patologia grazie al suo Apple Watch, evitando così possibili complicazioni gravi come l'infarto del miocardio (attacco cardiaco) e probabilmente la morte per questo motivo. In che modo l'Apple Watch ha ottenuto questa diagnosi? Grazie agli ECG che la donna ha eseguito a casa e ha insegnato ai medici che l'hanno assistita al pronto soccorso.

Al pronto soccorso non hanno trovato nulla di anormale

La donna di 80 anni, di nazionalità tedesca, aveva una storia significativa di malattie cardiache, come ipertensione, fibrillazione atriale ed embolia polmonare. Il paziente è arrivato al pronto soccorso con sintomi di dolore toracico, vertigini e palpitazioni (extrasistoli). Al pronto soccorso è stato eseguito un elettrocardiogramma completo (12 derivazioni), che a quel tempo era normale. Anche la troponina, un marker che aumenta nell'infarto miocardico, era normale.

Tuttavia, la paziente ha mostrato ai medici gli ECG che sono stati eseguiti a casa mentre aveva questi sintomi grazie al suo Apple Watch, e in essi i medici hanno trovato un segno molto caratteristico dell'angina pectoris: la discesa del segmento ST. Grazie a questo studio effettuato dall'Apple Watch, la donna si è subito sottoposta a cateterismo arterioso in cui sono state evidenziate due lesioni alle arterie coronarie, provocando i sintomi per i quali si è recato al pronto soccorso.

Come è potuto succedere?

Come mai gli è mancato l'angina pectoris in ospedale? L'angina pectoris si verifica quando una delle arterie coronarie si restringe e non lascia fluire abbastanza sangue al cuore. La sua durata dipende dalla presenza o meno di danni al cuore. Se c'è un danno, viene rilevato con l'ECG e con la Troponina nel sangue, ma se non c'è danno perché è stato breve, può essere non rilevabile in entrambi i test. Questo è il motivo per cui appare sull'ECG di Apple Watch (il paziente aveva sintomi) e non appare sull'ECG dell'ospedale (la crisi si era già placata).

L'ECG di Apple Watch è molto limitato avendo una sola derivazione (un ECG medico ha 12 derivazioni), infatti Apple rende molto chiaro che "non è un dispositivo utile per rilevare l'infarto del miocardio", poiché non è in grado di rilevare alcun attacco di cuore che potrebbe verificarsi, ma in questo caso lo ha rilevato ed è stato anche estremamente utile. Avere un ECG sempre a disposizione al polso permette di utilizzarlo in caso di eventuali sintomi, che nelle cardiopatie è molto importante, poiché molti sono transitori e sono scomparsi quando si arriva in ospedale.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Abel suddetto

    Per avere se attivano l'opzione qui in Australia, dal momento che ce l'hanno, e la verità quando l'ho scoperto sono rimasto deluso ho provato a cambiarlo in Spagna ma niente