Apple ha accusato di violare le leggi antitrust in Giappone

Negli ultimi due anni, ea causa dei reclami degli operatori giapponesi, le autorità di regolamentazione giapponesi hanno indagato sulla società con sede a Cupertino per aver violato le leggi antitrust del paese costringendo gli operatori a vendi i tuoi diversi modelli di iPhone a basso costo, che ha generato tassi più elevati da parte degli operatori.

La Fair Trade Commission afferma che la divisione di Apple in Giappone ha costretto gli operatori NTT, Docomo, KDDI e SoftBank Group a offrire iPhone sovvenzionati, al di sotto del costo a cui possono attualmente essere acquistati negli Apple Store in Giappone, se volevano poter offrire terminali Apple nel loro catalogo.

Come affermato dalla Fair Trade Commission:

Costringere gli operatori a offrire sussidi (per l'iPhone) ha impedito agli operatori di offrire tariffe mensili più convenienti, oltre a impedire ad altri produttori di trovarsi nelle stesse condizioni per offrire i loro terminali sul mercato.

Per compensare le perdite, gli operatori sono stati costretti a stipulare contratti con i clienti tra di loro 2 e 4 anni di permanenza, con tassi molto più alti di quelli trovati sul mercato, gli utenti finali sono i principali perdenti, come sempre accade in questo tipo di inganno che le aziende fanno.

Questa commissione non ha punito Apple per queste pratiche, poiché afferma che rivedrà i contratti che ha attualmente con gli operatori telefonici del Paese. Grazie a questa pratica, Apple è riuscita a guadagnare la metà della quota di mercato, che a sua volta le ha permesso di diventare uno dei mercati più redditizi per l'azienda, dal momento che oggi il Giappone è diventato il terzo paese che genera il maggior fatturato in App. Negozio dopo Cina e Stati Uniti.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.