Le videocamere Nest di seconda mano erano ancora accessibili dai primi proprietari

CameraNest

Le telecamere di sorveglianza nelle case sono diventate uno dei dispositivi più utilizzati, sia per sapere in ogni momento cosa sta facendo il nostro animale domestico, per sapere chi torna a casa in ogni momento o semplicemente come un sistema di allarme economico senza commissioni.

Negli ultimi anni, Nest è diventato uno dei migliori produttori di questi dispositivi, ancora di più da allora è diventato parte di Google. Essendo un dispositivo connesso a Internet, possiamo accedervi da qualsiasi luogo desideriamo. Tuttavia, questa opzione dovrebbe essere disponibile solo per l'attuale proprietario, non per coloro che l'hanno acquistata originariamente, a cui era possibile finora.

Non appena questa notizia è stata rilasciata, Google ha lanciato rapidamente un file aggiornamento automatico che risolve questo problema. Questo importante problema di sicurezza è stato individuato da un ex proprietario della famosa fotocamera Nest Cam Indoor, videocamera che analizziamo in Actualidad iPhone. Apparentemente questo proprietario aveva collegato la sua fotocamera all'hub di casa intelligente Wink.

Nest

Essere ancora collegato all'hub Wink, il proprietario originale aveva ancora accesso al video che ha generato la fotocamera che aveva precedentemente venduto, nonostante l'avesse riavviata in più occasioni in modo che tutti i dati venissero cancellati. Cioè, se, invece di una sequenza video, vengono visualizzate solo le acquisizioni effettuate ogni pochi secondi.

Il problema è perché i dispositivi Nest Cam Indoor, Outdoor e Dropcam non hai un'opzione per il ripristino delle impostazioni di fabbrica a livello di hardware e software, un'opzione che dovrebbe essere obbligatoria su qualsiasi dispositivo.

Invece di offrire questa opzione, il processo di ripristino consiste in rimuovere la telecamera dall'account a cui è associata, a quel punto non dovrebbe più consentire l'accesso al proprietario originale, tuttavia l'account Wink ha continuato a mantenere l'accesso.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile del trattamento: AB Internet Networks 2008 SL
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.